Vodafone sfida Tim: a settembre arriva l’operatore virtuale VEI

vodafone

Non importa quali sono, o quali saranno i prossimi passi percorsi da Tim: è certo che Vodafone sarà sempre pronta a tutto pur di mantenere alta la sfida diretta con l’operatore di telefonia mobile. Ti stai chiedendo come si manifesta questo ennesimo sconto? Dopo aver lanciato la nuova idea, ovvero Kena Mobile firmata da Tim, Vodafone ha scelto di puntare tutto su VEI, il suo operatore virtuale. Ma vediamo insieme quali sono i primi rumors trapelati in merito a questo nuovo progetto!

Vodafone e il suo operatore low cost: che cos’è VEI?

Vodafone, per mantenersi in linea con il lavoro svolto dai suoi diretti rivali, ha scelto di affidarsi a un brand low cost, oltre che proseguire con le classiche promozioni ed offerte Vodafone esiteve. E questa scelta potrebbe essere azzeccatissima! L’operatore rosso, con VEI, vuole puntare a conquistare un mercato importante, quello considerato più “economico” e pronto ad attirare un vasto numero di persone. Con tariffe più accessibili proverà, infatti, a massimizzare il vantaggio per i suoi clienti.

La conferma del lancio è arrivata grazie ad alcune dealer station di 3 Italia: è stato visto infatti un nuovo operatore il cui nome è VEI (che significa Vodafone Enabler Italia) e dispone di un codice seriale (893910).

VEI ha anche ottenuto il suo prefisso telefonico, con un numero assegnato da parte del Ministero dello Sviluppo Economico: è il 379.1. E’ già stato previsto anche il numero dell’assistenza clienti che è il 192121. Nelle prossime settimane dovrebbero arrivare ulteriori informazioni sul nuovo brand low cost.

Vodafone si reinventa per essere competitiva: il lancio a settembre?

Pare che dietro alle scelte compiute dall’operatore vi sia anche una mossa strategia, in vista dell’arrivo in Italia di Iliad, nuova società francese che si occupa di telefonia. Quest’ultima promette di portare novità nel settore mobile, rivolgendosi davvero a tutti. Per contrastare questa new entry non si può fare altro che puntare sull’avvento di un operatore virtuale a basso costo.

Queste per ora sono indiscrezioni che sembrano però confermare la tendenza del momento: per essere competitivi, in casa Vodafone, è stato notato che bisogna cercare di cambiare il proprio operato. Sarebbero già arrivati i primi accordi con gli altri operatori così da effettuare la portabilità del proprio numero per VEI.

Ma quanto tempo dovremo aspettare? I tempi potrebbero essere brevi, ma il condizionale è d’obbligo. C’è chi parla di settembre come data perfetta per rilanciare il nutrito settore offerte dell’azienda che ha sede nel Regno Unito. Non resta che aspettare fiduciosi!

 

Be the first to comment on "Vodafone sfida Tim: a settembre arriva l’operatore virtuale VEI"

Leave a comment

Your email address will not be published.


*